Spedizione gratuita per ordini oltre €99

Cambi elettronici


I moduli cambio elettronico favoriscono il cambio di marcia per prestazioni sportive e migliore efficienza. I modelli sono differenti e possono assistere la cambiata solo in scalata (cosiddetti "blipper") o in modelità up/down. Alcuni modelli sono da abbinare esclusivamente a moduli aggiuntivi centralina.

Ricerca per moto
Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha YZF R125 2008 > 2013
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha YZF 750 R SP 1993 > 1998
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha YZF 750 R 1993 > 1998
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha YZF 600 Thundercat 1996 > 2001
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha YZF 1000 Thunderace 1996 > 2001
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet QSX Cambio elettronico kit Yamaha YZ 450 FX 2016 > 2019
- 15%

484,00€ 411,40€

Dynojet QSX Cambio elettronico kit Yamaha YZ 450 F 2003 > 2017
- 15%

484,00€ 411,40€

Dynojet QSX Cambio elettronico kit Yamaha YZ 426 F 2000 > 2002
- 15%

484,00€ 411,40€

Dynojet QSX Cambio elettronico kit Yamaha YZ 400 F 1998 > 1999
- 15%

484,00€ 411,40€

Dynojet QSX Cambio elettronico kit Yamaha YZ 250 FX 2015 > 2021
- 15%

484,00€ 411,40€

Dynojet QSX Cambio elettronico kit Yamaha YZ 250 F 2001 > 2019
- 15%

484,00€ 411,40€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha XVZ 1300 Royal Star Venture 2000 > 2002
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha XVZ 1300 Royal Star 1996 > 2001
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha XVS 950A Midnight Star 2009 > 2017
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha XVS 1300A Midnight Star 2009 > 2017
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha XVS 1300 Custom 2011 > 2017
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha XV 950 R 2014 > 2021
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha XV 750 Virago 1992 > 1996
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha XV 535 1988 > 2003
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha XV 1900A Midnight Star 2009 > 2011
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha XV 1900A 2012 > 2015
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha XV 1300 2007 > 2008
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha XV 1100 Virago 1988 > 1999
- 15%

327,00€ 277,95€

Dynojet Centralina cambio elettronico Yamaha XTZ 750 SuperTenere 1989 > 1997
- 15%

327,00€ 277,95€


Visualizzati 1 su 24 (di 1,827 prodotti)

Come funziona il cambio elettronico

Il cambio elettronico serve a ridurre il tempo di cambiata e permettere l’inserimento di una marcia superiore facendo a meno di adoperare la frizione e decelerare, aumentando quindi la facilità di cambio e avere una guida più morbida e fluida. Esistono sistemi di cambio elettronico sia per aumentare/scalare di marcia (up&down) oppure solo per scalare (blipper). Il cambio elettronico è una delle ultime tecnologie approdate negli stabilimenti di produzione delle case motociclistiche dopo aver esordito tra i cordoli dei circuiti. 

Il quickshifter (cambio veloce) è una soluzione tecnica che permette di velocizzare la cambiata, diminuendo al minimo il tempo di "pausa e i tempi morti" che il motore impiega per l’innesto della marcia. Con il quickshift il pilota può tralasciare la leva frizione e la chiusura del gas quando aumenta la marcia. Diverso il discorso quando si scala: molti quickshifters infatti prevedono solo l’assistenza verso la marcia superiore, mentre le moto dotate anche di downshifter interrompono comunque l’iniezione di carburante.

 

I vantaggi del cambio elettronico (quickshifter)

L’entrata in campo dei quickshifters ha contribuito a migliorare le prestazioni in pista, sia per i piloti che competono nei vari campionati e che usano questa soluzione da anni, sia per gli amatori che vogliono sfogare la loro voglia di velocità in un circuito, regalando tempi migliori e uno stile di guida più fluido. Anche in strada la comodità è innegabile: la leva frizione viene relegata alla sola partenza, e tutta la dinamica di guida è affidata al piede sinistro, con tanto guadagno per il divertimento che per la sportività della guida. Alcuni sostengono che il quickshifter sia per i motociclisti pigri e che il cambio marcia alla vecchia maniera rimane il fulcro della guida in moto, ma è innegabile che questa tecnologia abbia reso la guida della moto ancora più facile e divertente per tutti.